Staffa alzata e legata

Alzare le staffe

Dopo la lezione di equitazione bisogna dissellare per liberare il cavallo da tutta l’imbracatura.

Di solito si inizia togliendo subito la testiera appena lo si lega con la pezza, poi si passa a sella, salva schiena – qualora fosse stato usato – e poi sottosella eccetera.

C’è tuttavia da fare molta attenzione ad alcune cose: appena il cavallo “si libera del cavaliere” dalla schiena, specialmente se è sudato, potrebbe scrollarsi; se le staffe sono appese, queste sbattono violentemente vicino il torace, spalle e braccia del cavallo.

Per evitare che il cavallo si faccia male, appena si smonta, bisogna alzare le staffe, legandole in un preciso modo che queste non si abbassino facilmente.

  1. Si inizia facendo scorrere la staffa verso l’alto, l’ungo lo staffile
  2. Si crea un primo anello intorno alla staffa facendo passare lo staffile dall’esterno verso l’interno
  3. Si fa passare ora lo staffile all’interno del nuovo anello che si è creato e quindi si tira

La stessa operazione va fatta ad entrambe le staffe.

Alzare le staffe - Passaggio 1
Alzare le staffe - Passaggio 2
Alzare le staffe - Passaggio 3

 

Alcune note: assicurarsi di alzare la staffa più in alto possibile verso la fibbia dello staffile; il primo anello va dall’esterno verso l’interno e non il contrario, altrimenti si scioglierebbe troppo facilmente.

Una volta alzate le staffe possiamo pensare a staccare il sottopancia, quindi alzare la sella e procedere con il dissellaggio.

Anche prima di mettere una sella sul cavallo, assicuratevi che le staffe siano alzate, altrimenti oltre che scomodo, le staffe di ferro fanno male se sbattono vicino un osso!

Se volete maggiori articoli sul dissellaggio potete chiederlo nei commenti e faremo il possibile per soddisfarre le vostre richieste.

SalvaSalva

SalvaSalva

Nato nel '95, esperto di informatica, grande appassionato di equitazione e scrittura. Mi sono diplomato nel 2014 come perito elettrotecnico, studio Scienze e Tecnologie Informatiche all'università. Ho maturato esperienza nella realizzazione di piattaforme web, come il progetto Horse Social. Iniziai ad avvicinarmi al mondo del cavallo nel periodo delle scuole elementari. Dall'ippoterapia sono passato a gareggiare in diverse occasioni nelle competizioni FISE con ottimi risultati. Ho partecipato ad uno stage sugli attacchi conseguendo la patente A Attacchi. Nell'estate 2014 ho lavorato come assistente istruttore presso il maneggio di un importante centro turistico della Basilicata. Ho poi affiancato per un anno una dottoressa di riabilitazione equestre. Nel fine 2014 ho pubblicato la prima edizione del libro "Pronti in sella", aggiornato poi nel gennaio 2017.

Lascia un commento