cavallo seduto nel box del maneggio

Come scegliere un maneggio

Cari lettori oggi vi volevo parlare di un argomento secondo me fondamentale ma spesso trascurato: la scelta di un maneggio adeguato.
Per prima cosa bisogna capire le proprie ambizioni, per esempio se abbiamo come obbiettivo l’agonismo cercheremo un maneggio con caratteristiche diverse da chi, invece, vuole fare solo passeggiate.
Altra cosa importante da scegliere è se si vuole praticare la monta inglese con le sue discipline quali Salto Ostacoli, Dressage e Cross Country, o la monta americana (o western) con altre discipline tra cui le più conosciute sono il Raining e il Barrel Racing.
Ogni maneggio è affiliato ad una federazione; La più conosciuta è la F.I.S.E. (Federazione Italiana Sport Equestri) ma negli ultimi anni sono in crescita anche altre tra cui la S.E.F. e la F.I.T.E.Trec-Ante (Federazione Italiana Turismo Equestre E Trec – Ante), tutte con regolamenti differenti.
Per cui, è buona cosa informarsi in quale associazione è iscritto il maneggio che andiamo a visitare. Approfondiremo meglio in futuro!
Un consiglio che vi voglio dare, molto importante, è quello di non fare mai totale affidamento sulle foto del sito web, perché possono essere immagini vecchie e non più realistiche, o addirittura ritoccate, di com’è realmente la struttura.
Quindi, la miglior soluzione è andare sempre di persona, così si ha anche l’occasione per parlare direttamente con l’istruttore.
La cosa che subito salta all’occhio è se la struttura è tenuta correttamente con le dovute manutenzioni, se non lo è può essere un segnale importante per la mancata organizzazione del centro, lo stesso vale per la pulizia sia dei corridoi ma soprattutto dei box.
Quindi come deve essere un box per essere considerato pulito? Ovviamente la prima cosa che salta all’occhio è la presenza di escrementi, i quali devono essere correttamente rimossi durante la pulizia.
Ci sono vari fondi per i box tra i quali i più usati sono il truciolo, la paglia e la lolla (sottoprodotto derivante dalla lavorazione dei cereali) che devono essere rigorosamente il meno polverosi possibile per non creare futuri problemi all’apparato respiratorio del cavallo.
Un box pulito deve avere più o meno l’omogeneità di colore.
La lettiera deve essere abbastanza omogenea e corposa, soprattutto verso il centro in modo che il cavallo non stia mai sul cemento e che sia comodo quando si corica.
La mancata pulizia ci fa intuire che gli animali non sono tenuti correttamente e che saranno più propensi ad avere malattie.
Siamo disposti a montare o ha mandare i nostri figli in un maneggio così? Io spero di no.
Quindi, appena si arriva in un maneggio nuovo, le domande da porci sono “La struttura è tenuta adeguatamente?”, “È pulito?”, “I box e i cavalli sono tenuti bene?”.
Se la risposta a tutte queste domande è affermativa allora si può cominciare a pensare che sia il maneggio adatto.
Pensi che sia finito qui? Assolutamente no! Bisogna vedere tutti i cavalli chiedendo informazioni su età, carattere, disciplina eccetera.
Se vuoi mandare tuo figlio assicurati che ci siano dei pony ben addestrati.
Ti starai chiedendo come faccio a capire se sono ben addestrati? Facile, bisogna vedere una lezione, in questo modo potrai capire molte cose: come viene strutturata una lezione, la professionalità dell’istruttore e il suo modo di porsi con i ragazzi. Inoltre potrai anche vedere come si comportano i cavalli.
Se non sei ancora convinto puoi sempre eseguire la lezione di prova: non esiste modo migliore per capire se non provando in prima persona!
E se vi è piaciuto, vi sarete sicuramente convinti che è il maneggio che fa per voi o per vostro figlio.

Ciao a tutti! Mi chiamo michelle, ho 18 anni, sono nata e cresciuta in un paesino in provincia di como con mio padre e mia nonna entrambi con un forte amore per i cavalli. Avevamo una piccola scuderia per cavalli privati nata grazie alla passione e alla dedizione di mio nonno, grande cavaliere che cercava di ricuperare in ogni modo i cavalli con problemi e trasformandoli in atleti; purtroppo venuto a mancare poco dopo la mia nascita. Grazie a lui e a mio padre ho avuto la fortuna di entrare in questo bellissimo mondo, avendo la possibilità di crescere con l'amore per i cavalli. In futuro il mio desiderio è di diventare un istruttore per condividere con altre persone la mia conoscenza e la mia infinita passione. Grazie a tutti per aver letto e spero che in questo blog troverete le risposte che state cercando.

Lascia un commento