Maniscalco che ingrassa la suola

Ingrassare gli zoccoli

Quando ingrassare gli zoccoli e quale conviene di più se l’olio o il grasso sono le domande più frequenti, a cui purtroppo è difficile trovare una risposta a causa di varie teorie al riguardo.

Ciò che si trova a fare spesso è quello di sperimentare o basarsi sulle esperienze di altri; dopotutto ogni situazione è un caso a sé stante, ma ora procediamo con ordine.

 

Differenza tra oli e grassi

Innanzitutto cerchiamo di capire le differenze tra oli e grassi.

La prima differenza più evidente è la consistenza: l’olio è più liquido, mentre il grasso è più denso, anche se quando fa particolarmente caldo anche il grasso perde densità.

La seconda differenza è la composizione chimica: gli oli sono composti  da una miscela di trigliceridi che contengono acidi grassi insaturi, mentre i grassi da acidi grassi saturi.

Altra differenza è che l’olio viene assorbito più rapidamente dallo zoccolo, tuttavia dura poco, mentre al contrario, il grasso, seppur ci mette un po’ di tempo in più per essere assorbito, dura più a lungo.

 

A cosa serve il grasso

Oltre a rendere più lucidi gli zoccoli, le funzioni principali del grasso sono altre.

La funzione principale del grasso è quella di regolare l’idratazione dello zoccolo. Infatti, l’estate che l’aria è più secca e di conseguenza anche il terreno, lo zoccolo tende a seccarsi, con il potenziale rischio di spaccarsi, soprattutto dove si trovano i chiodi.

Il grasso, e l’olio, sono isolanti, pertanto quando lo zoccolo è troppo secco o l’aria è troppo secca e quindi lo zoccolo è a rischio, oltre a lavare e tenere sotto l’acqua abbondantemente gli zoccoli, possiamo farli mantenere umidi applicando il grasso.

 

Quando usare il grasso

Nello specifico lo zoccolo dopo essere stato ben pulito e lavato va fatto asciugare (ma non seccare) al punto che comunque sia ancora umido. Dopodiché applichiamo il grasso per isolare l’umidità sottostante.

Se lo zoccolo è troppo bagnato, il grasso non aderirà e quindi è sprecato, inoltre gli zoccoli troppo umidi potrebbero causare altri problemi.

L’altro caso in cui va applicato il grasso è la situazione esattamente opposta, ovvero quando si prevede di andare in zone troppo umide (ad esempio una passeggiata in mare). In questo caso il grasso va applicato prima per proteggere lo zoccolo dalla troppa umidità.

Oltre ai casi appena citato, altra situazione in cui viene utilizzato il grasso è per ragioni prettamente estetiche nel momento in cui un cavallo partecipa ad un concorso o va presentato ad un potenziale cliente. In questo caso tra l’altro è sufficiente applicare il grasso sulla muraglia.

Se si parla di gare di bellezza, spesso i giudici non gradiscono il grasso nero perché usato per coprire difetti, mentre preferirebbero prodotti trasparenti.

Nelle zone in cui l’inverno è mite e l’estate è secca, è sufficiente applicare il grasso soprattutto d’estate, mentre l’inverno può bastare ad esempio ad ogni ferratura nuova.

Anche in estate, ogni quanto tempo applicare il grasso dipende sia dal clima sia dalla quantità di lavoro, tuttavia è assolutamente sconsigliato ingrassare tutti i giorni. Una, due volte a settimana dopo il lavoro vanno bene ma gli zoccoli devono essere lavati tutti i giorni o quasi.

 

Come si ingrassa

Finita la lezione, soprattutto in estate, c’è un’ulteriore passaggio da fare per prendersi cura degli zoccoli: ingrassarli.

Per poterli ingrassare è necessario prima pulirli, sia esternamente che internamente e lavarli bene.

Dopo aver lavato il cavallo lasciarlo asciugare un paio di minuti assicurandosi che perterra sia pulito, altrimenti si attacca di nuovo terra, erba e altro.

Quando gli zoccoli ormai non gocciolano più, ma sono ancora umidi ci procuriamo il barattolo del grasso insieme al pennello.

Con il pennello cospargiamo il grasso sulla corona di tutti e 4 gli zoccoli.

Per ognuno di essi poi dobbiamo ingrassare anche la parte interna e lo facciamo mettendo il pennello nelle due concavità dei quarti, separate dal fettone e coprendo tutta la suola.

Nota importante: va ingrassata la suola, non i ferri, se va il grasso sui ferri, il cavallo inizierà a scivolare.

Una volta ingrassata sia la muraglia che la suola, aspettiamo giusto il tempo che il grasso si asciughi e possiamo lasciare libero il nostro cavallo.

Aspettare che il grasso si asciughi serve ad evitare che altrove, come ad esempio nel paddock, questo si tolga e quindi non si ottenga più gli effetti desiderati.

 

Potrebbe esserti utile l’articolo su come insegnare il cavallo a farsi dare i piedi, in modo che tu possa più agilmente pulire gli zoccoli ed ingrassarli.

Approfondimenti sulle tipologie di grasso puoi trovarli nel capitolo sul “Dissellaggio” del libro Pronti in sella.

Nato nel '95, esperto di informatica, grande appassionato di equitazione e scrittura. Mi sono diplomato nel 2014 come perito elettrotecnico, studio Scienze e Tecnologie Informatiche all'università. Ho maturato esperienza nella realizzazione di piattaforme web, come il progetto Horse Social. Iniziai ad avvicinarmi al mondo del cavallo nel periodo delle scuole elementari. Dall'ippoterapia sono passato a gareggiare in diverse occasioni nelle competizioni FISE con ottimi risultati. Ho partecipato ad uno stage sugli attacchi conseguendo la patente A Attacchi. Nell'estate 2014 ho lavorato come assistente istruttore presso il maneggio di un importante centro turistico della Basilicata. Ho poi affiancato per un anno una dottoressa di riabilitazione equestre. Nel fine 2014 ho pubblicato la prima edizione del libro "Pronti in sella", aggiornato poi nel gennaio 2017.

Lascia un commento