LAILI moneta con due cavalli

Quanto costa un cavallo

Comprare un cavallo

Quanto costa un cavallo? È una domanda che si pongono in molti quando si ha l’intenzione di comprarne uno. Poiché il prezzo varia in base a molti fattori, procediamo con ordine e troverete la risposta alla domanda.

Aldilà delle preferenze di manto e sesso, quando si sceglie un cavallo vanno tenuti in considerazioni diversi fattori, la cui combinazione potrebbe anche rendere difficile trovare il cavallo ideale.

C’è chi i cavalli li regala, ma di solito i cavalli sono in vendita, ultimamente la maggior parte dei vecchi proprietari li mette su Facebook questi annunci. Il prezzo di un cavallo può andare dagli 800€ per un cavallo da compagnia, o al massimo adatto alle passeggiate, fino a raggiungere le decine di migliaia di euro – un campione di salto ostacoli per meno di 20 mila euro non ve lo venderanno mai -.

Il prezzo del cavallo di per sé non è l’unico costo. Continua a leggere per scoprire di cosa tenere in considerazione quando vuoi comprare un cavallo e quali sono gli altri costi.

 

L’età del cavallo

Abbiamo visto in un altro articolo quale sia il ciclo di vita di un cavallo e capito che i primi anni sono dedicati esclusivamente all’addestramento, che a 4-5 anni iniziano a partecipare alle competizioni riservate e che a 20 anni iniziano ad essere già considerati vecchi.

Se abbiamo intenzione di imparare qualcosa di fresco ad un cavallo e abbiamo intenzione di tenerlo con noi per molti anni, sicuramente cercheremo un cavallo giovane; mentre se vogliamo un cavallo da compagnia, magari vogliamo salvarlo dal macello, se ha già una certa età non ci importa.

 

L’attitudine ad una disciplina

Se stiamo cercando un cavallo per impiegarlo in una determinata disciplina dell’equitazione, è importante che il cavallo sia predisposto e portato per quell’attività.

Troveremo cavalli da salto ostacoli, cavalli da tiro, cavalli da passeggiata e così via. È anche vero che un cavallo da cross country ad esempio può comunque essere impiegato nele passeggiate, ma sarà più difficile il contrario.

Cavalli esperti in una determinata disciplina li si riconoscono sia dai risultati raggiunti in competizioni passate, sia dalla genealogia dei genitori e dei “nonni”.

Cavalli che saltano 130/135 cm, che sono sani e hanno esperienza, costano €10.000, a scendere quelli che saltano meno, giusto quanto salterebbero senza sforzi eccessivi. Intorno ai €1.000 invece cavalli che hanno già una certa età o hanno qualche problema.

 

Annunci di cavalli in vendita

Negli allevamenti vengono gestiti e addestrati decine di cavalli contemporaneamente. Gli allevatori si occupano di incrociare le razze giuste per formare i cavalli più perfetti per essere rivenduti.

I privati, invece, acquistano cavalli da allevamenti o da altri privati, poi magari decidono di cambiare cavallo perché quello non è più adatto al lavoro che intendono fare, oppure decidono di separarsi dal proprio cavallo perché non possono più mantenerlo.

Così abbiamo sia allevatori che vendono cavalli che hanno appena terminato il loro primo addestramento, sia privati che vendono cavalli che hanno già avuto esperienze.

Con la diffusione di internet, ultimamente allevatori e privati postano online i loro annunci di cavalli in vendita. In particolare si prediligono siti dove non è prevista una percentuale alla piattaforma sulle vendite concluse. Il più conosciuto sito di annunci in Italia è sicuramente Subito.it.

Altri preferiscono usare Facebook, in gruppi dedicati e postano foto o video del cavallo, talvolta anche accompagnato da foto del passaporto.

Anche IlPortaleDelCavallo ha una pagina dedicata agli annunci gratuiti di cavalli in vendita.

Dati importanti in questi annunci sono l’età, la razza, l’attitudine o quantomeno il carattere, l’altezza al garrese (se si stanno cercando cavalli per determinate categorie, non si prenderanno in considerazione i pony!) e soprattutto prezzo e zona.

 

Altri costi del cavallo

Il luogo dove si trova un cavallo è un fattore al quanto decisivo al momento della decisione dell’acquisto di un cavallo. Infatti come prima cosa utile in questo caso sarebbe quella di poter andare abbastanza facilmente a vedere di persona il cavallo, magari insieme al proprio veterinario di fiducia. Oltre a quest’aspetto c’è il fattore costo di trasporto del cavallo che data la taglia non è una passeggiata nel caso si debbano ricoprire determinate distanze. I costi del trasporto si attestano generalmente intorno alle poche centinaia di euro.

Per essere sicuri dell’integrità di un cavallo, oltre a portarsi con se un veterinario di fiducia, potrebbe essere utile far fare le lastre, ovvero delle radiografie, non proprio economiche, che dimostrino lo stato di integrità delle ossa del cavallo. Questo costo è sempre a carico dell’acquirente. Inoltre, se il veterinario ritiene opportuno possono essere fatti anche altri tipi di test.

Da tenere in considerazioni anche altri costi quali ad esempio fare o rinnovare il passaporto e il microchip, dotarsi dell’attrezzatura necessaria eccetera. Poi ci sono i costi che una volta presa la decisione di concludere la trattativa, diventeranno costi fissi quali fieno, lettiera, mangime, ferratura eccetera.

Se pensate di tenere il cavallo in un maneggio, così da non dovervi costruire voi i box e non dovervi preoccupare di dover dare da mangiare tutti i giorni in più pasti, eccetera, dovrete pagare l'”affitto del box” che per quanto possa variare da maneggio a maneggio, se sono tenuti bene i cavalli, meno di 250-300€ al mese non lo troverete mai!

Se non sapete quale maneggio scegliere, in quest’altro articolo parliamo di come scegliere un maneggio; mentre se pensate di crearvi voi un maneggio, potete approfondire su come progettare un maneggio.

Nato nel '95, esperto di informatica, grande appassionato di equitazione e scrittura. Mi sono diplomato nel 2014 come perito elettrotecnico, studio Scienze e Tecnologie Informatiche all'università. Ho maturato esperienza nella realizzazione di piattaforme web, come il progetto Horse Social. Iniziai ad avvicinarmi al mondo del cavallo nel periodo delle scuole elementari. Dall'ippoterapia sono passato a gareggiare in diverse occasioni nelle competizioni FISE con ottimi risultati. Ho partecipato ad uno stage sugli attacchi conseguendo la patente A Attacchi. Nell'estate 2014 ho lavorato come assistente istruttore presso il maneggio di un importante centro turistico della Basilicata. Ho poi affiancato per un anno una dottoressa di riabilitazione equestre. Nel fine 2014 ho pubblicato la prima edizione del libro "Pronti in sella", aggiornato poi nel gennaio 2017.

Lascia un commento